Comunicazione del prof. Francesco Basile

Da: Prof. Francesco Basile <fbasile@unict.it>
Data: 30 settembre 2019 13:10:20 CEST
A: Bellantone Rocco Domenico Alfonso <Rocco.Bellantone@unicatt.it>
Oggetto: COMUNICAZIONE DEL PROF. FRANCESCO BASILE

Caro Rocco,

Ti inoltro la nota che ho inviato al Presidente della SIC riguardante  la mia temporanea autosospensione da Presidente Eletto SIC.
Ringrazio tutti i Colleghi Professori che mi hanno testimoniato la  loro solidarietà nel corso dell’ultima riunione del Collegio, ma credo  sia opportuno in questo momento, per la serenità del nostro ambiente,  optare per un breve periodo di autosospensione come avrai modo di  leggere nella nota.
Ti prego di voler pubblicare sul nostro sito questo messaggio e la mia  lettera al Presidente della Società Italiana di Chirurgia.

Cordiali saluti

Francesco

 

 

 
Ill.mo Presidente

Società Italiana di Chirurgia

Prof. Paolo De Paolis

 

Illustre Presidente,
 
le recenti note vicende giudiziarie che hanno visto coinvolta l’Università di Catania e me come indagato, in qualità di Rettore pro-tempore, mi spingono ad una profonda riflessione sul mio ruolo nell’ambito della Società Italiana di Chirurgia.

Pur essendomi subito dimesso da Rettore, per rispetto della Comunità Accademica, in qualità di indagato sono stato interdetto dall’ufficio di professore universitario. Sono invece stato autorizzato a svolgere il mio compito di chirurgo ed a mantenere il ruolo primariale e di Direttore di Dipartimento Assistenziale.

Nell’ Ottobre dello scorso anno i soci della SIC mi hanno designato Presidente Eletto per il biennio 2020-22 ed a tutti loro sono grato, per aver creduto nella mia professionalità e nelle mie capacità.

Recentemente, nel corso della riunione del Collegio dei Professori Ordinari di Chirurgia, che lo scorso anno mi indicò candidato Presidente tra i Professori Universitari, tutti i colleghi presenti ed il Presidente del Collegio, hanno ribadito la loro fiducia nei miei confronti e li ringrazio di cuore per l’attestazione di stima e di amicizia.

Però, alla luce degli accadimenti e per mia dignità, pur non essendo assolutamente atto dovuto, ritengo per rispetto della Società e dei colleghi, di autosospendermi dalla carica di Presidente Eletto della SIC, per un periodo di due mesi, per poter osservare lo sviluppo della vicenda giudiziaria, in attesa dell’esito della richiesta di revoca della interdizione, che sarà esaminata dal Tribunale del Riesame nel mese di ottobre.

Sono sereno perché penso di avere sempre operato nel rispetto della legalità, e sono fiducioso che la Magistratura, per la quale nutro il massimo rispetto, avrà modo di verificare la infondatezza delle accuse nei miei confronti.

La prego di voler dare comunicazione della mia decisione al Consiglio Direttivo e nel corso dell’Assemblea dei Soci che si terrà al prossimo Congresso di Bologna.

La ringrazio ed invio i miei più cordiali saluti
 
Francesco Basile
 

Commenti (...)

  1. Massimo Falconi 1 Ottobre 2019 Rispondi

    Carissimo Francesco non posso che esserti vicino e guardare questo gesto di altissima sensibilità istituzionale con il naturale augurio che tutto si risolva ed il tuo gesto rimanga solo un simbolo di un gentiluomo. Tuo massimo

  2. Piergiorgio Danelli 1 Ottobre 2019 Rispondi

    caro Francesco, Ti sono vicino e apprezzo il Tuo gesto, peraltro non dovuto, di grandissima lealtà. Come sempre, Ti sei dimostrato un vero Signore. Sono certo che sarà verificata l’infondatezza delle accuse che Ti sono state rivolte e spero che tutto si risolva al più presto. Con stima. Piergiorgio

  3. Buscemi Giuseppe 1 Ottobre 2019 Rispondi

    Caro Francesco,

    la tua onestà intellettuale è ammirevole e credo che nessuno di noi abbia il benché minimo dubbio! Il tuo gesto , non dovuto, denota trasparenza e correttezza. Sono certo che tutta la vicenda si risolverà. A te il mio augurio più sincero!

    Pippo Buscemi

  4. Ludovico Docimo 1 Ottobre 2019 Rispondi

    Caro Francesco,

    ribadisco anche io che il tuo gesto non era dovuto, ma esprime ancora una volta il tuo carisma di Uomo e di Chirurgo, nel rigore istituzionale e nel rispetto che meriti e che sono certo saranno presto confermati dalla Giustizia dei tribunali e da quella più alta delle nostre coscienze.

    Ti auguro fraternamente che tutto venga chiarito quanto prima, per riaffermarti nel Tuo prossimo ruolo di guida illuminata dei Chirurghi Italiani.

    Ti abbraccio

    Ludovico

  5. Alfonso Barbarisi 1 Ottobre 2019 Rispondi

    Caro Francesco,

    ti sono vicino in questa vicenda con antico affetto e stima, Alfonso Barbarisi

  6. Petrella Giuseppe 2 Ottobre 2019 Rispondi

    Caro Francesco,

    hai preso la decisione ( con sofferenza) migliore per l’Istituzione e per te. Ricordati che c’è’ sempre un giudice a Berlino.

    con l’affetto e la stima di sempre

    pino

  7. Giuseppe Pappalardo 2 Ottobre 2019 Rispondi

    Caro Francesco, mi unisco agli apprezzamenti dei colleghi riguardo la generosità e la signorilità del tuo gesto. Sono convinto che presto tu possa riprendere a pieno titolo le tue funzioni. G.Pappalardo

  8. Caro Francesco, io  più di tanti altri conosco la tua dirittura morale e la tua serietà pertanto comprendo e accetto  con rammarico questa tua elegante decisione. Sono sicuro che tutto si risolverà per il meglio al più presto. Alessandro

  9. Vito D'Andrea 2 Ottobre 2019 Rispondi

    Caro Prof.Francesco ,

    Ti esprimo la mia amicizia e solidarietà e penso che NON  dovresti autosospenderti dalla carica di Presidente Eletto della S.I.C., in quanto sei stato autorizzato a svolgere il Tuo alto incarico di Clinico Chirurgo ed a mantenere il ruolo di Direttore di Unità Operativa Complessa e di Direttore del Dipartimento Assistenziale.

    Auspico anche la revoca dell’interdizione dall’ufficio di Professore in questo mese di Ottobre.

    Mi unisco ai Colleghi nell’apprezzamento della Tua eleganza, lealtà e nobiltà d’animo .

    Ti abbraccio,

    Vito

Lascia un commento

I commenti sono riservati ai membri in ruolo e fuori ruolo del Collegio.

*